Sono nato ad Asti, il 4 maggio 1967. Asti è una piccola città di provincia, ma attraverso la lettura e lo studio è come se avessi avuto il privilegio di girare il mondo... e forse molto di più. Dopo gli studi classici, mi sono iscritto a giurisprudenza all'Università di Torino, dove ho avuto la possibilità di conoscere non solo il diritto italiano, ma i sistemi di Common Law, alcuni ordinamenti del medio ed Estremo Oriente e persino dell'Africa. Dopo essere entrato in pubblica amministrazione ho continuato a studiare e da ultimo nel 2009 mi sono laureato in Biologia Sperimentale presso l'Università di Pavia. Mi sono formato sui testi di Leibniz, Voltaire, Popper, amo Kafka e Buzzati. Ascolto musica classica. Dal 2005 dirigo l'Archivio di Stato di Asti.

 

In materia organizzativa non amo il modello industriale, non perchè sia un tipo d'organizzazione privo di elementi interessanti, ma perchè è semplicemente superato. Lo scorso anno (2010) al congresso mondiale organizzato dall'International Institute of Administrative Sciences ho presentato l'organizzazione ecologica. Questo modello non solo tende ad essere più attento all'impatto di un'organizzazione all'ambiente, ma anche alle esigenze dei lavoratori e, proprio come un ecosistema naturale, si adatta sia alle esigenze interne che esterne. Si tratta essenzialmente di un modello sperimentale.

 

Non solo ma questa tipologia organizzativa è molto simile al mondo in Rete di Internet. In essa non vi è un vero e proprio centro, ma migliaia di nodi, che scambiano informazioni. Pianificazione e programmazione saranno presto sostituite da creatività, individualità, autovalutazione condivisa.

In fondo il nostro cervello funziona così e dal caos della complessità informativa scaturisce il comportamento organizzato.

Joomla templates by a4joomla